Donazione ad AICH Roma

Select Payment Method
Personal Info

Donation Total: €20





uni
C/C BANCARIO
Unicredit Spa Roma Nomentana
codice IBAN

IT 74 Q 02008 05109 000010221899

poste

C/C POSTALE N. 35453000

sostienici1In tutti questi anni l’associazione ha contribuito a diffondere informazione attraverso le pagine dei siti web (www.aichroma.com e www.newshd.net) e di facebook al quale si rivolgono non solo famiglie ma anche ricercatori, medici, infermieri, fisioterapisti e questo contribuisce a diffondere sempre di più la conoscenza della MH; l’ambulatorio dedicato alla MH esiste al Policlinico Gemelli dal 1989; diverse volte, con i fondi raccolti, AICH-ROMA ha finanziato la ricerca sia attraverso borse di studio che mediante altre forme di sostegno e partecipazione, ad esempio acquistando strumenti o apparecchiature necessari alla ricerca, (come accade proprio in questi giorni con l’acquisto di un SW GENEMAPPER Full V4.1 per un ammontare di circa 10.000 euro) o sostenendo progetti come quello pilota del CNR sulla riabilitazione neuro-motoria, cognitiva e logopedica dei pazienti MH; la nostra sede situata in una zona centrale di Roma e facilmente raggiungibile è un punto di riferimento per molti di voi dove si possono avere, su appuntamento, diverse visite specialistiche ma non solo, c’è sempre qualcuno che raccoglie le vostre richieste, risponde alle vostre domande e dà ascolto ai vostri timori.

Fra i tanti progetti che l’AICH-Roma sta portando avanti c’è il progetto “Vivere a rischio genetico: attivi insieme per vincere il destino” finalizzato all’offerta di un ulteriore servizio dedicato ai giovani a rischio.

Fin da subito ci siamo resi conto della drammaticità della condizione giovanile in un contesto di rischio genetico. Abbiamo perciò avviato il nostro Progetto Giovani, nato da un sondaggio realizzato attraverso il Forum e la pagina Facebook dell’AICH-Roma Onlus che ha visto la partecipazione dell’80% dei visitatori del sito, con un’età media inferiore ai 40 anni. Il Progetto Giovani ha dato l’opportunità di potersi incontrare in una realtà non virtuale, superando resistenze e paure. Un gruppo di giovani, provenienti da diverse regioni italiane, ha trovato il coraggio per farlo e nel corso dei diversi incontri abbiamo registrato un crescente interesse dei giovani che ci hanno espresso sentimenti molto positivi derivanti dall’avere avuto l’opportunità di confrontarsi finalmente con altri coetanei nelle stesse condizioni, dunque in grado di capire, senza tante spiegazioni, la loro esperienza e il loro disagio.
Inoltre l’AICH Roma Onlus offre gratuitamente i seguenti servizi:

CONSULENZE NEUROLOGICHE

CONSULENZE GENETICHE

CONSULENZE PSICOLOGICHE-TERAPEUTICHE

CONSULENZE TELEFONICHE E ONLINE

CONSULENZE MEDICO LEGALI

Per realizzare tutto questo l’AICH-ROMA deve continuare ad esistere ma questo non può avvenire solo per magia. La nostra magia viene dall’entusiasmo di impegnarci in un progetto per il bene di tutti voi. Per questo vi chiediamo ancora una volta il vostro sostegno affinché l’associazione possa continuare ad affrontare i costi della sede e dell’ambulatorio e continuare a seguire questo lungo percorso di vita che abbiamo intrapreso insieme nel lontano “1989”.

Anche con un piccolo sostegno puoi fare la differenza.
Puoi aderire ai nostri progetti attraverso le modalità elencate di seguito





poste

C/C POSTALE N. 35453000

uni
C/C BANCARIO
Unicredit Spa Roma Nomentana
codice IBAN

IT 74 Q 02008 05109 000010221899

Erogazioni tramite:

bonifico bancario
invio assegno bancario non trasferibile
invio assegno circolare
versamento in conto corrente postale
vaglia postale
addebito sulla carta di credito

IL SOSTEGNO E L’IMPEGNO DI TUTTI NOI PUO’ AIUTARE LA NOSTRA ASSOCIAZIONE A CONTINUARE LE SUE ATTIVITA’ E AD INTRAPRENDERNE DI NUOVE, E A DIVENIRE SEMPRE PIU’ FORTE E PRESENTE NELLA VITA DI CHI HA A CHE FARE CON LA MALATTIA DI HUNTINGTON.

L’AICH-Roma provvederà a rilasciare la ricevuta utile per la deduzione fiscale

Con il Decreto legislativo n. 460 del 4 dicembre 1997 sono state istituite le ONLUS, e cioè Organizzazioni Non Lucrative di Utilità Sociale. In questa figura giuridica sono incluse le associazioni, i comitati, le fondazioni, le cooperative e altri enti privati che svolgono attività in vari settori (es. assistenza sociale, sanitaria, educazione, ambiente etc.) senza scopo di lucro, perseguendo finalità di solidarietà sociale. Per la prima volta è stato così disciplinato in maniera organica il mondo del volontariato, riconoscendo l’opera svolta dalle ONLUS, e dal punto di vista fiscale, concedendo agevolazioni a chi effettua erogazioni liberali (o donazioni) in loro favore.
Quest’ultima disposizione è molto importante ed è importante che tutti ne siano a conoscenza in quanto “fa del bene a chi fa del bene” e può quindi incentivare la generosità delle persone, fondamentale per la vita e per lo svolgimento delle attività di una ONLUS.
Questo è vero anche per la nostra associazione, l’AICH-Roma, iscritta nel Registro Regionale delle Organizzazioni di Volontariato del Lazio dal 1999, a cui è stato riconosciuto lo status giuridico di ONLUS e pertanto, ai sensi dell’ art.13 del decreto legislativo n.460 del 4/12/97, sono previsti i seguenti benefici per gli individui e per le imprese che versano contributi in suo favore.


AGEVOLAZIONI FISCALI PER LE PERSONE FISICHE

Possibilità di detrarre il 19% dei contributi versati.

Le persone fisiche che effettuano donazioni in denaro alle ONLUS possono dichiararle, fino al limite massimo di 2.065, 83 Euro, sul MODELLO UNICO (ex 740) o MODELLO 730 come oneri deducibili e pertanto vi è un risparmio fiscale attualmente pari al 19% del contributo erogato. Per ottenere la detrazione è obbligatorio conservare la ricevuta del versamento(che può essere richiesta dall’Amministrazione Finanziaria). La ricevuta rilasciata dall’Ente relativa ai contributi in contanti non è valida ai fini della detrazione fiscale.
Naturalmente la donazione, per essere deducibile, deve essere effettuata a nome di chi, percependo un reddito, presenta una propria dichiarazione dei redditi. Il contributo versato a nome di una persona che non percepisce alcun reddito (ad esempio il coniuge a carico, un minore, la persona malata etc.) purtroppo non sarà in alcun modo detraibile. E’ una sottigliezza che vale la pena di ricordare per utilizzare al meglio le agevolazioni che la legge ci concede.


AGEVOLAZIONI FISCALI PER LE AZIENDE

Deduzione dal reddito delle erogazioni in denaro.
Le erogazioni liberali alle ONLUS possono essere detratte dal reddito d’impresa entro il limite massimo
del 2% di tale reddito. E’ comunque garantita la deducibilità sino a 2.065, 83 Euro anche se tale importo risultasse superiore al precedente limite del 2%.
Per ottenere la detrazione è obbligatorio conservare la ricevuta del versamento (che può essere richiesta dall’Amministrazione Finanziaria). La ricevuta rilasciata dall’Ente relativa ai contributi in contanti non è valida ai fini della detrazione fiscale.

Possibilità di deduzione del costo del personale.
Sono deducibili dal reddito d’impresa le spese relative all’impiego dei lavoratori dipendenti per prestazioni di servizio a favore di ONLUS. Tale deduzione è attuabile sino al limite del 5 per mille del costo complessivo del personale.
o Non rilevanza, ai fini del reddito, delle cessioni gratuite di derrate alimentari e prodotti farmaceutici.
Le derrate alimentari ed i prodotti farmaceutici, alla cui produzione o al cui scambio è diretta l’attività
dell’impresa e che, in alternativa alla usuale eliminazione dal circuito commerciale, vengono ceduti gratuitamente alle ONLUS, non si considerano destinati a finalità estranee all’esercizio d’impresa.
Di conseguenza il costo sostenuto per la loro produzione/scambio è detraibile dal reddito stesso.
Inoltre, tali beni godono dell’esenzione dall’imposta sul valore aggiunto.

Non rilevanza, ai fini del reddito, delle cessioni gratuite di altri tipi di beni.
I beni alla cui produzione o al cui scambio è diretta l’attività dell’impresa (diversi da derrate alimentari
e prodotti farmaceutici), ceduti gratuitamente alle ONLUS, non si considerano destinati a finalità estranee all’esercizio d’impresa, se il costo sostenuto per la produzione/scambio dei beni ceduti non supera i 1.032,91 Euro. Di conseguenza tale costo è detraibile dal reddito d’impresa.

Inoltre, questi beni godono dell’esenzione dall’imposta sul valore aggiunto. Tale cessione gratuita si considera erogazione liberale, quindi concorre al raggiungimento del limite di detraibilità del 2%.

Documentazione da conservare:
ricevuta del bonifico rilasciata dalla Banca
estratto conto della Banca in cui risulta l’addebito
matrice dell’assegno e ricevuta rilasciata dalla Banca per il pagamento in contanti o quella dell’eventuale addebito in conto
ricevuta del versamento rilasciata dall’Ufficio Postale
ricevuta del vaglia rilasciata dall’Ufficio Postale
estratto conto rilasciato dall’Azienda di Credito

Print Friendly, PDF & Email